giovedì 3 aprile 2008


ARTIFICI

Rastrello le molliche del Miraggio
fabbricando chimere d’artificio,
sorseggio il tuo tangibile profumo
e palpo la mancanza
mentre ingollo la bellezza.

Ti ho perduta nella comparsa
e posseduta nella scomparsa
conosciuta nell’Eternità
e smarrita nella contingenza.

Ti ho adorata nel palpito
e maledetta Domani
disattesa nel presente
e penetrata per sempre.

Mi alimento di onirici avanzi
vezzeggiando la grazia di un’eclisse predetta
lambisco Nostalgia
nel tuo sguardo raccolto.

1 commento:

Grogal ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.