giovedì 9 aprile 2009

Esercizio d'Amore

(COGNITIVE TRANSFORMATION, ink on board, di Ben Tolman)

Il lavacro sacrale del mio inchiostro
scarnifica monoliti di Tabù
e mi obnubilo nel tampax di Maya cedevoli
baloccandomi con l'Ordo fittizio delle idee
dopamine di proiezioni astrali
nel virtuale precipizio dei neuroni
mentre involvo nell'arenile dell'invenzione
ogni leptone di Realtà
bramando consolazione
nel flusso orgiastico
che menzogna il Senso.
Mi corazzo, mi denudo d'Arte
mentre cade il Sole
e iridi più ataviche
del Cosmo
m'inghittono d' Amore.

3 commenti:

moon ha detto...

criptico, non penso d'averlo capito, ma mi piace l'assemblare le parole secondo sensazioni che trovo personali.

Atteone ha detto...

...anch'io più che capirlo l'ho sentito; come dice il titolo, è un esercizio in cui si mescola un certo -per me consueto- nichilismo con una certa- per me consueta- brama di Senso... spesso scrivo per suscitare, in primo luogo dentro di me, urti... grazie per la sincerità e per la tua intelligente e sensibile presenza.

P.S.

Il tuo libro meraviglioso, lo sto leggendo lentamente, mi manca poco alla fine, ti dirò cosa ne penso e, nel mio limite, lo renderò noto a chi, tra chi conosco, merita di leggerlo. Ti auguro una piacevole serata.

moon ha detto...

grazie Atteone...