martedì 14 ottobre 2008

Spalo Bianco

(La via nella bufera, opera di Kurtz58)

Spalo bianco ritagliando parole,
concepisco fittizi spazi di me.
Pizzi di lucore lunare
su seminali distese di cristallo
e diroccate croci di Imperfetto
al confine del mio eremo impervio.
Spalo bianco in fondo a iridi propiziatrici
spalo folle su mammelle mielate di innocenza
e caccio spettri dalla forra dell’incertezza
schiudendo con Verità
aborti di locuzioni e
training di effusioni.
Spalo bianco nel Mascheramento
spalo me nel mausoleo dell’affetto
e coltivo il candore della Corrispondenza
nel Tartaro arcano dell’Immanenza.

4 commenti:

luna ha detto...

lo spalo bianco è un riverbero nel candore della morte o della luce se vuoi.
spalare nel bianco è affondare nell'innocenza. a kind of paradise lost

Atteone ha detto...

...una sorta di paradiso perduto...già...affondare nel candore alla ricerca di chissà quale tesoro...porto neve da una parte all'altra...grazie "luna"...

moon luna ha detto...

esiste sempre un tesoro, credo.
spalando e scavando. il tempo è relativo. la fortuna bastarda

Atteone ha detto...

...là sotto è pieno di tesori...bisogna avere gli occhi adatti per vederli...o sono loro a vedere te... sempre che la fortuna("bastarda") si tolga la benda...grazie moon...mi è piaciuta molto la tua frase...

P.S.

condivido: la seduzione è amorale, non immorale.